Pagelle Aquila Trento – Azzurra San Bartolomeo 0-0

La stagione 2014/15 si apre con una novità. Uniti in un temibile concorso di colpa, il nuovo si unisce al vecchio. Nuovo editorialista e vecchio pagellista. Buona lettura.

Pelz 6.5 – il Golem biancazzurro decide di difendere il suo popolo, sveste le imbarazzanti calzature da cortigiana ed impone le manone, costringendo gli avversari a piegarsi al suo regime di austerity. ANGELA MERKEL.

Pintarelli 6.5 – il Fantozzi delle Gorghe non fallisce la prima stagionale, tutto come da programma. Palla? Lunghissima. Piedi? Cubitali. Umore? Pre-mestruale. Infortunio? Puntuale come i video malati di Valandro. Esplode come una bolla al 45′ stendendo sul campo ed i suoi abitanti un sottile velo di lerciume appiccicaticcio. CRISTAL BALL.

Valandro 6 – a forza di produrre film porno a base di sterco e zoofilia pensavamo si fosse dimenticato come si gioca, ma il prodotto del Bronx di Trento ne sa una più di Nones, anche se Settembre è ormai alle porte, chiude la saracinesca e mette in valigia i suoi inermi avversari, pronto per l’ennesima vacanza. DIPENDENTE STATALE.

Dondi 6.5 – 26 gradi umidi sul proscenio del Trentinello, una discreta cappa avvolge i giocatori che ammorbati dalla canicola si abbandonano a ritmi bailadi, in tutto ciò Lollo non si scompone, nemmeno di fronte al tentativo di decapitazione attentato alla sua persona nel secondo tempo, come da copione spara missili terra-aria per 90 minuti e riconsegna la maglia più linda e pinta che all’inizio. STIRA E AMMIRA. 

Tamanini 7- – diciamolo, il buon Tama non fa più notizia, caldo ed avversari che sono nati quando lui aveva già 6 anni di contributi alle spalle non lo toccano minimamente, si fa beffe dei gagliardi giovanotti che irritati cercano di mettere fine alla sua epopea a suon di tacchetti, neanche a dirlo fallendo miseramente. Alla fine ne rimarrà uno solo e sappiamo tutti chi sarà. DUNCAN MACLEOD.

Agostini 6.5 – la triste notizia della cassa integrazione per i dipendenti Whirlpool arride al bel Carlo, di frigoriferi infatti neanche l’ombra. Nonostante l’assenza almeno apparente di pozze stagnanti che ne esaltano notoriamente le caratteristiche, lui sfodera una prestazione di gran livello, prende più palle di Sasha Gray e dispensa più cartelle di un pakistano al Bingo. FEBBRE DEL GIOCO.

Bisognin 6 – corre come un trottolino, infrange la soglia come Paolazzi gli imeni (ma nonostante questo martedì si alza), prende di tutto fuorché palloni, si fa brutalizzare da un terzino classe ‘96 che lo apostrofa pesantemente come un bullo di quartiere, insomma, una giornata di merda, ma se sei amico di Alberto Valentini è una sensazione che conosci fin troppo bene. DOMANI E’ UN ALTRO GIORNO (SEMPRE DI MERDA).

Nardelli 6+ – come ogni maledetta domenica si carica il centrocampo sulle spalle, e considerate le presenze di quei panzoni di Agostini e Facchinelli ecco giustificati gli scultorei polpacci dell’ineffabile Nardelli, che a dirla tutta la partita vera la gioca con i famigerati calzettoni della muta ufficiale. Ma sia come sia riporta tutti a casa sani e salvi. Nell’intervallo il caldo gli provoca un momento di annebbiamento quando chiede ai fini dicitori della difesa aquilotta di sbalonare, però un po’ più piano se possibile. Impossibile. TRANS AGONISTICA.

Valentini 6 – la partita nella partita (nessuna delle due attinenti al calcio) con l’amico-rivale Caliari si conclude con un nulla di fatto, come con la Catalina al Bici Grill, o come con qualunque altra ragazza in qualunque altro posto. Ha l’accortezza di ignorare Nardelli libero a centro area, scacciando lo spettro del passaggio del turno. AMULETO.

Facchinelli 6.5 – nonostante il coito mattutino che ne fiacca le lunghe leve, Capitan Facchinelli interpreta con perizia tutti i ruoli che gli vengono sottoposti, certo non al livello di quando faceva l’indiano nei Village People, ma poco ci manca; una cosa sa fare: correre, e lui corre, anche a palle vuote. DOTTOR STRANAMORE.

Franzoi 6.5 – in una domenica di follia il giovane (!?) Franzoi si concede letteralmente il lusso di arrivare in ritardo e farsi ammonire per fallo di reazione, rimpinguando i forzieri di Via Ghiaie con 10 € che profumano di mojito; la prestazione in campo, le scorribande trotterellanti e tutto quello che ci sta attorno sono assolutamente irrilevanti per tutti gli astanti. PAPERON DE PEPERONI.  

Talevi 6.5 – più turgido dei capezzoli di Lubamba, più duro del figlio di Sparano, Rocky Talevi impatta sulla partita come Bomber Parlato su un piatto di lasagne. Tappa buchi grandi e piccini, e nel finale scaraventa l’estremo difensore avversario dentro alla sua porta con un’alzata di sopracciglio. Il giovane promette bene e se si arriverà ad un accordo anche con i suoi addominali, che dovrebbero firmare in settimana, l’Aquila Trento prenderà possesso della sua anima. SMALLVILLE, STAR CLUB E JUTA SPA.

Fiumara 6+ – entra lui e la partita esplode. Sarebbe in grado di fare rissa anche col Mahatma Gandhi, odia ogni giocatore sulla faccia della terra e privo di freni inibitori lo comunica prontamente. Mai banale, nel giro di due corner sfiora il gol e tira un calcio volante ad un passante, che viene pure espulso al posto suo. IL BRUCE LEE DI BARI VECCHIA.  

Diop 6.5 – il cammellone gioca, fa quello che di solito fa ecc. Tutto irrilevante dal momento che per non pagare 5 € di multa ha smosso nell’ordine: l’avvocatura della Provincia, il TAR del Lazio, La Corte di Giustizia delle Nazioni Unite ed addirittura la Madre Africa. A saperlo prima tesseravamo l’Ispettore Derrick e che ci pensasse lui. ARSENIO LUPIN.

Bazzanella 8 – ancora una presenza, una legenda con gli scarpini, illumina in un sol gesto l’altrimenti pallida domenica aquilotta, ritrovando un pallone da 100 € che Tamanini aveva delicatamente spedito al casello di Trento Sud, dimenticando per fortuna di munirlo di Telepass e consentendo al prode Bazza di trarlo in salvo, stretto tra le sue forti braccia. MITCH BUCHANNON.  

Paolazzi 10 – non si allena (beato lui!), non si presenta nemmeno in tribuna la domenica (beatissimo lui!!), passa torride nottate estirpando perizomi dalle natiche di giovani e meno giovani creature (sempre sia lodato!!!) insomma, è l’unico che ha capito come si gioca a calcio. MAESTRO DI VITA.

Stenico 10 – il pittoresco 12 dell’Aquila Trento si erge a paladino dei più deboli quando riconduce alla ragione un Mister Nones isterico come una quattordicenne al suo primo appuntamento, intimandogli il perpetuo silenzio. CAPITAN AMERICA.

Andreazza 1 – votazione sopra media questa settimana per Luca Andreazza, il quale racimola un punticino più del solito perché si guarda bene dal bazzicare l’area del Trentinello di domenica pomeriggio, preferendogli la Sicilia, curiosamente in compagnia di un essere di sesso femminile (sub judice). Non ci stancheremo mai tuttavia di rimarcarne la grottesca bruttezza nonché il caratteristico olezzo. ARANCINOALLAMMERDA.

Mister Nones 6 – come una pulzella d’altri tempi non concede le sue virtù nemmeno al secondo appuntamento, ma non disperate, le partite che contano si affacciano all’uscio della stagione e lei è già tutta bagnata. LOLITA.

Dondi Giovane 7 – far parte dello staff dell’AC Aquila Trento e dover recuperare i palloni che fuoriescono dalle recinzioni si traduce settimanalmente in una marcia di morte di circa 47 chilometri, ma non c’è santo che tenga, li stana tutti. GESTAPO.

Fiumara Giovane e Forte 8 – comizio, riscaldamento, fa più metri lui in tribuna che Fiumara calvo, Dondi Lorenzo e Jardel ai tempi dell’Ancona messi assieme, non pago si improvvisa mummificatore quando traveste Talevi da Ramsete III tra primo e secondo tempo. VICTORINOX.

Patron 10 – tra i mille ruoli ricoperti in carriera mancava quello di assistente sociale, risultato: “Se tei scorli per i pei ven zu FUM! Nanca tabac! FUM!!!”. Ennesima gioiello da conservare in cassaforte. FABERGE’

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...