Inside – l’Aquila Trento racconta un uomo d’attacco

IMG_2323-1.JPG
Tutto inzia con un giorno di violenza. Un giorno di violenza verso il calcio. 30′ primo tempo. Telve – Aquila Trento 0-4. Quattro volte quattro Valentini Alberto, detto il Lupo.
E’ il personaggio del momento grazie al suo Settebello in due giornate. E l’onda è giusto cavalcarla.
Re Mida. Tutto ciò che tocca si tramuta in oro, o meglio in gol.
Valentini Alberto, detto il Lupo.
Un autentico furfante dell’area di rigore.
Ora, senza rendersene conto, si trova in bilico sull’orlo della terra, a un passo dal mare in burrasca.
Valentini Alberto, detto il Lupo, nasce praticamente ieri, 1992.
Roba che pensa di mangiare l’Atari oppure il Commodore64 in qualche ristorante giappoindocinese. Miserie.
Difficile quindi sapere che cosa sia Valentini Alberto, detto il Lupo. Valentini Alberto, detto il Lupo non ha memoriali, diari, articoli di giornale. Che cosa pensi Valentini Alberto, detto il Lupo, nessuno lo sa. Forse neppure la sua compagna, probabilmente neppure Bisognin, credo neppure lo stesso Valentini Alberto, detto il Lupo.
Un mendicante di calcio prima, uno studente ai geometri nel mezzo, un temibile attaccante ora.
La ricerca del senso è cosa molto dura e solitaria.
Valentini Alberto, detto il Lupo ci ha sempre creduto e ringrazia compagni e Dirigenti.
Compagni e Dirigenti hanno sempre fatto finta di crederci e sperano che questo stato di forma duri più delle sue prestazioni a letto. Difficile, ma la speranza è l’ultima a morire. Una dedica tira l’altra. Prima una al cielo e quindi un’altra proprio alla sua attuale compagna, un’evidente copertura della sua liason con Bisognin, che ultimamente gradisce frequentare le tribune del calcio di periferia. Per vero amore, Pelz o Diop sarà il tempo a dirlo.
Mister Nones mostra grande riguardo verso Valentini Alberto, detto il Lupo.
Il Bello di Cadine afferma che dopo, in ordine sparso e diffuso, Lamine Diop, Davide Dalfovo, Marco Tanel, Nicola Michelon, Matteo Parlato, Samuel Dalpiaz, Simone Belli e Lamberto Straffelini sia effettivamente l’attaccante più forte che abbia mai allenato. Valentini Alberto, detto il Lupo, preferisce non commentare e afferma che sia invece un onore potersi allenare con Nardelli, Paolazzi, Dondi e tanti altri. Per loro ovviamente.
A proposito, ritornando al capitolo Davide Dalfovo. Un’amicizia nata nella notte dei tempi fra i banchi di scuola.
Compagno di classe di suo fratello Alessio, si piacciono da subito e l’amicizia cresce. Le tappe salienti della relazione sono il primo bacio, il trasferimento all’Aquila Trento e l’eredità della desiderata numero 9. Per Valentini Alberto, detto il Lupo, Davide Dalfovo rappresenta l’attaccante più forte che l’Aquila Trento abbia mai visto e probabilmente vedrà, è onorato di aver preso il suo posto, sperando di riuscire a fare metà dei sui gol.
La società spera invece di riuscire a venderlo prima per massimizzare così l’investimento. Anzi, se qualche squadra è interessata a “rinforzarsi” nella prossima finestra di mercato invernale, non esiti a contattare il Presidente Re Giorgio Facchinelli. Valentini Alberto, detto il Lupo, non ha un oggetto significativo, ma gradisce tutto ciò rappresenti e ricordi il numero 9. Al contrario segue un dedalo maniacale di scaramanzie. Sempre immancabile lo scotch bianco al polso destro. Siamo nel limite del buonsenso. Sempre la stessa canotta. Vabbè. Sempre le stesse mutande. Tarme. Prima di congedarsi, Valentini Alberto, detto il Lupo, saluta tutti i tifosi aquilotti e lancia un caloroso arrivederci al Trentinello. Valentini Alberto, detto il Lupo è molto credente; nell’immediato crede che domenica andrà in scema la prima sconfitta stagionale. Nel dubbio, meglio esserci.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...