L’Aquila Trento è un grattacielo

La vita è un viaggio. Il tempo è un fiume. La porta è socchiusa.
La storia dell’Aquila Trento è costellata da déjà vu.
Esempio fulgido: il ritorno di Ezio Nones è solo l’ultimo tassello.
Ma si sa, l’intagliatore migliore è quello che che fa meno incisioni ed Ezio Nones non sa nemmeno incidere. Forse circoncidere si.
Comunque, tutto si ripete.
Come la ciclicità del ciclo mestruale di Pintarelli.
E scusate il gioco di parole.
Ma se ogni maledetta domenica scusate il non-gioco dell’Aquila Trento, costa ben poca fatica questo sforzo. Aggiungiamo perfino gli auguri di Natale in colpevole ritardo.
Siamo quasi pari.
Tutta amministrazione ordinaria, come le notti a base di rhum e figa di Paolazzi.
I Facchinelli Brothers si regalano sotto l’albero un pacco bomba.
Ma. C’è sempre un fottuto ma in queste storie.
Ma il colpo di mercato è ad effetto.
Nel senso che la proprietà, assolutamente convinta di tesserare quell’altro, ha depositato il contratto in Federazione.
Ormai è cosa fatta. La sindrome dell’acquisto del fratello scarso si ripete.
Con annesso salary cap aquilotto andato in frantumi e tifosi in brodo di giuggiole.
Dopo Aly di Mattarello, la lista si allunga quindi ulteriormente e con recidiva doppietta nel 2014 ovvero nell’Anno Domini numero X del nostro caudillo Ezio Nones.
Per carità, l’alibi c’è. In effetti le assonanze fra i fratelli sono simili: una spolverata di Villazzano, molto Hellas Verona e tanta Fersina. Campionati importanti divisi fra Eccellenza e Serie D.
Poi si sa, è più divertente fare il pirata che entrare in marina.
Così Matteo Bazzanella, classe 1991, in un’inversione termica di temperature e campionati firma per l’Aquila Trento affascinato dal progetto, qualunque esso sia, e dal calcio che conta.
Insomma il ragazzo è forte e questo è cosa nota, ma è pure studiato: Matteo Bazzanella studia igiene dentale in quel di Ala.
Spontanea la domanda sul perchè cazzo frequenti Valentini e Bisognin rimane.
Un giornò ci dirà.
Ormai di eroici cavalieri non ci sono più notizie; ma dopo Bazzanella Riccardo, classe 1970; ecco Bazzanella Matteo, classe 1991. Cose dell’altro muro.
Matteo Bazzanella, classe 1991, benvenuto all’Aquila Trento.
Si può resistere a tutto, tranne che alla tentazione. Quindi un’ultima cosa. L’aspetto non è importante, ma sei invitato a tagliare quei baffi alla Fiumara Luca, crediamo faccian veramente cagare.
Welcome to the Eagles.

/home/wpcom/public_html/wp-content/blogs.dir/d6f/12150046/files/2014/12/img_3519.jpg

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...