Pagelle Aquila Trento – Monte Baldo 1-0

Pelz 6+
Seconda giornata consecutiva di inattività. Nell’unica occasione saliente viene sostituito egregiamente dal palo. Sicuro sulle palle alte, soprattutto quelle di Diop. Rimborso spese dimezzato.

Talevi 6.5
Cerca di far valere il suo fisico. Pronti, attenti, via e tenta il coming out rovinando addosso ad un malcapitato avversario, il quale impiega 40 minuti prima di riprendere fiato. Innamorato.

Valandro 7
Ancora una prestazione di alto livello dell’aquilotto Made in Tut gardol en festa. Spiace per l’infortunio finale e soprattutto per l’alito. Swarovski.

Dondi 7+ – IL MIGLIORE
La sabbia all’interno della clessidra pare essersi fermata. Più il tempo passa e più Dondi il Vecchio migliora. Comanda la difesa come pochi; forse perfino meglio Hierro. Si consiglia ai più giovani e ignoranti di consultare wikipedia. Robe da Fifa ’94.

Tamanini 6
Soffre tantissimo un avversario che dispone della metà degli anni e il doppio della velocità. Particolari. Con le buone, ma soprattutto le cattive, doma sempre tutti.

Bazzanella sv
Dopo un’azione e uno scatto travolgente viene scaraventato in aria dal proprio avversario. Cadendo si procura una forte contusione che lo costringe ad uscire. Ko tecnico alla prima ripresa. Fragile e insicuro.

Franzoi 6.5
Onesto faticatore di fascia. Anche se in giornata opaca, porta comunque il suo contributo alla causa aquilotta. Ruba palloni agli avversari e caramelle dai passeggini. Vero gentiluomo.

Nardelli 7
Ancora una gran prestazione, condita inoltre da un gran gol direttamente da calcio d’angolo. Il profumo è di cigno, canto il contorno.

Valentini 6+
Si impegna, nel vano tentativo di conquistare qualche incauta universitaria. Non cava un ragno da un buco, proprio come con le, all’apparenza incaute, universitarie. Karma.

Facchinelli 6.5
Vedasi Franzoi. Percorre per inerzia la fascia come un topo ballerino insegue la propria coda. Alza la soglia spostandosi un centinaio di volte lungo la linea laterale del campo rendendo utile il punto di forza della squadra avversaria come le verticalizzazioni di Paolazzi. Geometra.

Diop 7
Come sempre si trascina mezza difesa avversaria sulla schiena e mezzo pubblico sul pene. E’ come giocare in superiorità numerica: due uomini e una gamba.

Bisognin 7
Ottimo cambio. Entra, combatte, salta l’avversario e tira. Sembra il perfetto Dansogo bianco. Black power.

Merci 7
Cambio fondamentale. Maestria, esperienza e decisione. In ogni ruolo porta un contributo decisivo. Piano piano e con la disinvoltura di Agostini quando emette un gas intestinale in ascensore, si porta a livelli consoni alla sua posizione di Capitano. Peccato solo che il campionato sia quasi finito.

Dansogo 6.5
Condisce una prestazione tutta scatti con un tiro spettacolare che si spegne vicino al palo. Come colta da improvvise emorroidi, la panchina dell’Aquila Trento si alza tutta all’unisono. Peccato, si trattava solo di una scoreggia.

Mister Nones 10
Vince matematicamente la sfida col Barone Trentini. Come volevasi dimostrare.

Patron 10
Caccia ad ottobre rosso. Pollicino prima annota (nel girone di andata), quindi raccoglie le molliche. Colleziona i prestigiosi scalpi di tutte le formazioni che precedono l’Aquila Trento in classifica. Illudendo tutti, soprattutto l’inesperto e credulone Bazzanella Il Giovane. Avviso ai naviganti meno esperti, Il momento opportuno si avvicina; il momento onde evitare alla squadra gite inutili e fantozziane imprese alla conquista dell’isola che non c’è. Stratega.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...