Pagelle Aquila Trento – Sacco San Giorgio 3-1

PELZ 6+
Il solito, grazie. Gonnellino pantalone bianco, polo pure bianca, scarpa da passeggio di cuoio grasso, calza scozzese e guanti. Brutto e inoperoso. Infonde comunque sicurezza e non si lascia scappare neppure un’uscita.

MERCI 6.5
Il Capitano si batte pervaso dal consueto impegno. Il ragioniere si concede un solo errore, che costa però il gol. Per il resto prestazione inappuntabile.

TALEVI 7
Ottima prova del Nandrolone aquilotto. Gioca sicuro, contrasta e rilancia. Sembra aver dimenticato le nozioni tattiche imparate con enorme sudore e fatica a Povo, quando lo convinsero di avere un buon piede. Tutto petto.

DONDI 6+
Ladership e precisione. Un giudice non scrive leggi, le applica. Soffre la giornata afosa, ma non concede sbavature.

TAMANINI 6
Non è degli agili la corsa né dei forti la guerra. Soffre terribilmente la velocità degli avversari. Ci vuole tutto il suo mestiere per strappare la sufficienza. Per una volta si è sentito come un essere umano, ma alla fine ha ragione lui.

MANTOVANI 7
Prova da categoria superiore. Dopo le incertezze delle prime giornate, le azioni del factotum aquilotto sono sempre in crescita. Si sacrifica in fascia dimostrando inoltre prestanza e potenza fisica. Un Diop bianco, tolto il cazzo ovviamente.

BAZZANELLA IL GIOVANE 8 – IL MIGLIORE
Swarowsky baffetto trascina l’Aquila Trento alla vittoria. Vale da solo il prezzo del biglietto, che è zero.

NARDELLI 6.5
Complice il caldo, il metronomo aquilotto gira a ritmi ridotti. Riesce comunque a mantenere ordine e pulizia a centrocampo. Una volta raggiunto il vantaggio si limita a contenere l’avversario. Cessate le ostilità arriva a casa giusto in tempo per vedere la Domenica Sportiva.

VALENTINI 6
Nulla di nuovo. Apatico come nelle ultime giornate. Rispetto alle puntate precedenti si degna però di correre un filino di più. Lascia comunque il segno: aggiunge un contributo fondamentale sul secondo gol lisciando il tap-in.

FACCHINELLI 7
Combatte e corre. Qui ci troviamo dietro uno specchio a due facce. Il bianco è nero. E il nero è bianco. Distrutto dal dolore, causa un indidente diplomatico tutto aquilotto.

DIOP 6.5
Determinante nell’azione del secondo gol. Gioca fortemente limitato per via del pene gigantesco, una testata ricevuta da un avversario e una slogatura al polso. Sembra che la prima e la terza menomazione siano correlate. Scammella, come sempre.

AGOSTINI 6+
Cambio prezioso. Si immola alla causa aquilotta. Viene inserito in marcatura sull’avversario di maggior caratura e il frigorifero biancazzurro assolve i propri compiti con ordine e sapienza. Peccato per il due di picche al BiciGrill, ma la perseveranza è il segreto.

DIAGNE 6.5
Entra nella mischia nel finale e consente alla squadra di guadagnare fiato e tempo. Solo un moto di spensieratezza in fascia, ma per il resto mostra solidità.

NONES 7
Sempre rumore, sempre cantare, chitarra e mandolino.
Pensa di aver in mano la situazione e si agita come la prima notte nozze. Crede nel secondo posto.

PATRON 7
Vedi sopra. Nel buio dello spogliatoio correvano voci incontrollate e pazzesche. Si diceva che l’Aquila Trento puntasse apertamente al secondo posto. Si finge Fantozzi per imbrogliare le carte, ma è pur sempre il mega direttore galattico.
Eddy_Papas

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...