Pagelle Aldeno – Aquila Trento 1-3

PELZ 6
Come la sessualità di Ezio Nones in occasione della rete avversaria. Incerto. Ordinaria follia tutto il resto.

TALEVI 6
Non difende, non attacca, non spinge, non copre, non crossa, non entra duro, non rilancia, non pressa. Altrimenti ottima prova del Clark Kent al gusto nandrolone.

MERCI 7
Come quando c’era lui. Sempre in orario. Puntuale come le mestruazioni domenicali di Ezio Nones oppure le uscite a troie di Paolazzi. Garanzia.

DONDI 6.5
Guida la difesa con la superlicenza vinta con i punti delle merendine. Immune al sudore. Sole, neve, pioggia, grandine. Sempre perfetto e pronto per sfilare sulle pedane della Prima Categoria.

TAMANINI 6.5
Aggettivi finiti. È proprio quando si crede che sia tutto finito, che tutto comincia. Altro tagliando in arrivo.

BAZZANELLA IL GIOVANE 7.5 
Il dubbio che possa essere di categoria superiore inizia a serpreggiare perfino nella panchina aquilotta. Per dire.

FRANZOI 6.5
Segna. Copre. Corre. Ottima prestazione. Sponsorizzato e decantato come e meglio dei matrimoni gay dal Vaticano.

NARDELLI 6.5
Aspirapolvere. Il coloured aquilotto è un autentico cannibale del centrocampo. La prossima stagione il 4-Nardelli, Bazzanella Il Giovane, Tanel-3 promette già bene.

VALENTINI 5
La verità non è qualcosa di dovuto. La verità è una conquista. All’apparenza più mobile del solito. Illusioni. Sbaglia un rigore e appena uscito l’Aquila Trento chiude il conto. Amuleto.

MANTOVANI 6.5
Batte, si sbatte, lotta. Lascia per infortunio dopo mezz’ora per non far sfigurare “bomber” Valentini. Un autentico altruista.

FACCHINELLI 6+
Partenza lanciata e assist consegnato in perfetto orario. Cala alla distanza pur assicurando comunque coperture finanziarie e fidejussioni.

BISOGNIN 7
Le situazioni di gioco e i numerosi schemi studiati in allenamento portano i loro frutti. A dir poco mirabolante l’azione del terzo gol. Strafottente l’intaprendenza che porta l’esterno a scherzare l’intera difesa dell’Aldeno.

DIOP 6
Getta lunghe ombre sulla prestazione di Valentini, ma solo perchè è più alto. Ma il dubbio che fosse il suo cazzo viene.

PAOLAZZI 6.5
A forza di riflettere, si finisce per arrivare a una conclusione. A forza di giungere a una conclusione, succede che si prende una decisione. E una volta presa la decisione, succede che si agisce per davvero. Lo scambista aquilotto entra e puntella la retroguardia.

AGOSTINI 19 – IL MIGLIORE
Spirito e abnegazione. Il dodicesimo uomo in campo. Forse.

NONES 7
Strappa consensi come Paolazzi mutande. Non conta se femminili oppure maschili.
Stratega della panchina, strappa tre punti in trasferta importanti per continuare la lotta al secondo posto.

PATRON ?
Falsi segnali. Prove confuse. Indagini sviate.

Foto Archivio AC Aquila Trento

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...