Pagelle Aquila Trento – Dolomitica 0-1

PELZ 6
Nessuna colpa sul gol. Certo, l’anno scorso avrebbe parato tutto, ma l’età passa per tutti. Raccattapalle.

PINTARELLI 5.5
Appare poco combattivo, pardon mestruato, rispetto al solito. Nel limbo della sufficienza fino al solito infortunio e alla solita sostituzione. Cavia farmaceutica.

DONDI 6
La punizione non incide. Per il resto dirige la banda del buco con estrema raffinatezza. Esteta del bon ton.

TAMANINI 6
Si limita all’onesto lavoro di copertura. Senza infamia e senza lode.

VALANDRO 6.5
Il migliore della difesa, per dire. In evidente ritardo…di preparazione.

FRANZOI 7
Copre la fascia assiduamente. Corre fino al 90′ e scopre il ruolo di terzino. Una garanzia in qualunque contesto. Promosso.

NARDELLI 5.5
Umano. Dopo la rete da alieno all’esordio del girone di ritorno, il diversamente bianco Eddy si prende una domenica di meritato riposo. Tradotto: gioca abbastanza di merda finalmente. La banca del seme aquilotta imprime poco ritmo alla gara. Distratto e svagato lascia spesso sguarnita la zona centrale del campo. Aria di primavera e di pandiSpagna.

DEMATTE’ 6
Eufemismo: ritmo bassissimo. Non illumina il gioco, inevitabile la sostituzione. Provaci ancora Swarovsky.

FACCHINELLI 6
Prestazione inversamente proporzionale alla tonalità di Diop: incolore. Superato nei duelli aerei da avversari molto più piccoli. Smarrito. Quando deve difendere attacca e quando deve attaccare difende.

MANTOVANI F. 5.5
I Ghostbusters sono ancora alla ricerca del Gordo. Nessun avvistamento in zone calde, un ectoplasma dell’area di rigore. La febbre del sabato sera.

BETTI 6
Incide poco o nulla. Non supera neppure per sbaglio e neppure con il pensiero l’affollata difesa avversaria. Il pettinatissimo “bomber” appare abulico. Polveri bagnate, abitudinario.

BRAGAGNA 5.5
La peggiore prestazione dal suo arrivo in maglia Aquila Trento. Lo stress post traumatico da lavoro e fascia lo lascia senza energie.

DIOP 6.5
Scampolo di partita per il pisellone senegalese. Crea qualche pericolo alla difesa avversaria e qualche gravidanza indesiderata in tribuna. Op op su bel duro.

MANTOVANI T. 6.5
Schierato fuori ruolo, qualunque esso sia, combatte e porta acqua al mulino. Il fratello ha le ore contate.

NONES 4
Urla, dirige, impreca e impartisce ordini in continuazione. Sembra la Sacra Bibbia, tutto e il contrario di tutto. Si sgola fino all’ultimo secondo disponibile. Sorge un problema: viene seguito dalla squadra. Sconfitta inevitabile.

PATRON 8
Osserva il Mago di Cadine; osserva la squadra in campo e capisce che la frittata è fatta. Anche buona peraltro. La strada è giusta secondo lo stellato Michelin Facchinelli. Astuto.
 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...