Derby senza storia, sei reti e Aquila ai quarti di Coppa

TRENTO. Quando c’era lui, il caudillo (all’epoca Ezio Nones), i treni partivano in orario. Con Luciano Gabrielli le locomotive partono in anticipo, probabilmente per paura. 

E così in una calda domenica d’agosto arrivano le prime sentenze. La prima, l’Aquila Trento rifila un sonoro 6-1 alla Virtus. Game, set, derby e pass in tasca per i quarti di finale di Coppa Provincia. 

La seconda è quella che Morgan ‘sempre pettinato come i nazisti cattivi di Indiana Jones’ Betti si ricorda ancora come si segna e piazza perfino una pregevole doppietta, per quelle a letto si prega di ripassare. 

La terza, Davide Dalfovo mette a segno due reti e si porta a tre centri in due partite: Alberto Valentini è già definitivamente staccato, fermo a un gol. 

La quarta, Fabio Bazzanella è più forte di Matteo. Un concetto trito e ritrito, solo che vederli nella stessa squadra acuisce le sensazioni, un po’ come i preservativi sottili. Alla seconda uscita l’ex Levico Terme è subito in rete, Matteo rotola per il campo senza incidere. 

La quinta, Tomasi timbra il cartellino. Non lo sa ancora, ma festeggerà a suon di ripetute in allenamento. 

Domenica inizia il campionato in casa contro il Pergine. Stay tuned.

TRIANGOLARE B

Aquila Trento-Virtus Trento 6-1
Riposava: Comano Terme Fiavè.

LA CLASSIFICA:
Aquila Trento 6 punti;
Comano Terme Fiavè 0
Virtus Trento 0

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...